400-101 300-115 N10-006 220-801 MB5-705 300-101 1Z0-060 1Z0-061 C_TSCM62_66 070-410 EX200 70-480 640-911 SY0-401 640-554

Formazione per resistere (e non solo)

By 27 Novembre 2012 Social Media No Comments

In periodi di cambiamento la Terra sarà di coloro  che  apprendono, mentre coloro che sanno si troveranno ben equipaggiati per vivere in un mondo che non esiste più”

Eric Hoffer

Può sembrare strano parlare di formazione in un momento storico come questo. La realtà è l’urgenza di uscire da un crisi che coinvolge quasi tutti. L’ imperativo, per molti, sembra essere diventato quello di sopravvivere. Restare a galla in un mondo che  è profondamente diverso da quello di qualche anno fa e che,è innegabile, continua a cambiare rapidamente.

Perché  investire sulla formazione? Non sarebbe meglio puntare sulla produzione, su beni concreti, prodotti, cose, roba tangibile?

Perché la formazione non è più, soltanto, acquisizione di nuove conoscenze e capacità specifiche.

Ma è,sempre di più,  assunzione di  nuovi atteggiamenti nei confronti della realtà.

E’ l’adozione di un nuovo paradigma che ci porta a scegliere l’ apprendimento continuo, la flessibilità, la capacità di adattarsi e di reinventarsi come nuovo approccio, non solo professionale.

Abbiamo bisogno di imparare a muoverci rapidamente, a cambiare, a trovare nuove soluzioni a nuovi problemi, sapendo ascoltare ed interpretare la realtà che cambia più veloce di noi. Il mondo del lavoro ci impone di rimetterci costantemente in discussione, di acquisire sempre nuove abilità, sempre più specifiche. Basti pensare che i 10 lavori più richiesti nel 2010 nel 2004 non esistevano nemmeno. I contenuti, i saperi, invecchiano prestoCiò che non invecchia è l’atteggiamento nei confronti del sapere.

Oggi più che mai, in un momento in cui sembrano non esserci più certezze, l’ unica certezza possiamo essere noi stessi, con la nostra unicità, i nostri talenti ed il nostro atteggiamento nei confronti del mondo .Puntare sul proprio valore, a patto che si accetti di continuare ad investire costantemente su se stessi.

In quest’ ottica un approccio positivo e  propositivo all’ apprendimento continuo diventa indispensabile Non solo per “resistere” e rimanere a galla in periodi di crisi, ma per diventare davvero se stessi.

 

Leave a Reply